19 Febbraio 2020
[]

Anfora: Elisir di giovinezza?

Anfora: elisir di giovinezza ?

Sommelier eclettico e dall’innegabile talento, Luca Martini si è aggiudicato il titolo di Campione del Mondo nel 2013 (Worldwide Sommelier Association, www.worldwidesommelier.com). È un tecnico di grande esperienza che, nel corso di questi ultimi anni ha già avuto modo di confrontarsi con diversi produttori, soprattutto all’estero, abituati a lavorare i loro vini in contenitori di materiali diversi.

Ragionando attorno ai vini lavorati e affinati in anfore di terracotta la prima cosa che possiamo apprezzare è la grande giovinezza che questi prodotti sanno sempre esprimere, specie se messi a confronto diretto con gli stessi vini, prodotti però con tecniche tradizionali. Sono normalmente vini che spiccano nelle loro componenti essenziali. Verrebbe quasi da dire che sono vini che vogliono farsi scoprire.

Il colore, prima di tutto, sia dei vini bianchi, ma ancor più nei rossi, sono più vivi e brillanti. E lo si nota immediatamente da confronto diretto con gli stessi vini lavorati in maniera tradizionale, dove l’acciaio dona più omogeneità e il legno favorisce una maggiore evoluzione.
Anche un vitigno come il Sangiovese, tra i più amati nel panorama ampelografico toscano, vinificato in terracotta si presenta evidentemente con riflessi più brillanti.

Non si sa esattamente il perché questa mutazione avvenga. Probabilmente è grazie al maggior contatto con l’ossigeno garantito da questo particolare contenitore. Ma è comunque una caratteristica facile da individuare.

Anche a livello olfattivo le differenze non sono difficili da osservare. La terracotta, infatti, favorisce soprattutto la territorialità. I profumi tipici dei diversi vitigni hanno modo di manifestarsi senza alcuna contaminazione, così come si creano durante la fase di fermentazione.
Meno omologazione. Più territorio.

Mancando il passaggio in legno, nei vini vinificati o affinati in terracotta sono molto evidenti le note cosiddette primarie, ossia quelle tipiche dell’uva di partenza, e secondarie, ossia quelle generate dalla fermentazione attraverso la fissazione o la scissione di alcune molecole. Mancano, invece, i cosiddetti profumi terziari, quelli cioè tipicamente legati all’evoluzione del vino, che appaiono dopo un po’ di tempo, anche se il vino non è mai entrato in contatto con il legno. Sono i profumi tipici dei vini più maturi. Questi sentori nei vini affinati e maturati in terracotta non si ritrovano. È come se il contenitore congelasse il tempo. O meglio lo dilata mettendo al riparo il vino dai primi segni dell’invecchiamento. In questi vini le note primarie e post-fermentative sono assolutamente dominanti. L’anfora dona ai vini dei sentori eteri, sentori quasi di smalto. Sentori questi che possiamo definire i più tipici dell’affinamento in terracotta.

Stessa sensazione di giovinezza anche quando si passa all’assaggio vero e proprio. Lavorazione e affinamento in legno o acciaio, infatti, lasciano solitamente delle tracce evidenti in ogni vino che in questo caso non si ritrovano. L’aspetto più sorprendente dell’anfora, infatti, è proprio la sua quasi assoluta neutralità. Il vino migliora grazie al contatto con l’ossigeno ma non si altera nelle sue componenti essenziali. In pratica si verifica una lieve ossidazione, simile a quella che potremmo riscontrare in un vino affinato in legno, ma senza la cessione tipica della botte. Dunque la terracotta non apporta complessità al vino ma lo rende più interessante. In particolare in relazione alla maturazione del tannino che in seguito a una lavorazione in anfora si presenta più frizzante, giovanile e vigoroso. Per il resto, coerentemente con quello che si è riscontrato anche dall’analisi visiva e olfattiva, in bocca questi vini rivelano molta più polpa, più sostanza e rotondità.

Estratto dal libro di Emanuele Vescovo "Dalla terra (cotta) al vino".

Realizzazione siti web www.sitoper.it
Il prodotto è stato inserito nel carrello

continua lo shopping
vai alla cassa
close
Richiedi il prodotto
Inserisci il tuo indirizzo email per essere avvisato quando il prodotto tornerà disponibile.



Richiesta disponibilità inviata
Richiesta disponibilità non inviata